Rumore

Rumore 2019-07-02T17:51:35+00:00

Il rumore è un suono con caratteristiche di frequenza, livello e variabilità nel tempo.

L’unità di misura è il decibel (dB); l’orecchio è in grado di percepire rumori variabili tra la soglia di udibilità (circa 10dB) e la soglia del dolore (circa 140/150 dB).

Gli effetti sulla salute dovuti ad un’esposizione al rumore possono essere differenti e possono dipendere dal tipo di rumore, dai tempi di esposizione e dalle condizioni di esposizione.

Tra le principali malattie professionali denunciate dall’Inail vi è l’ipoacusia, cioè la perdita permanente o la riduzione della capacità uditiva causata da esposizione a rumore.

Il dlgs 81/2008 (titolo VIII, capo II) pone in capo al datore di lavoro gli obblighi necessari per tutelare il lavoratore, in particolare per la prevenzione del danno all’udito.

Nei casi in cui non è possibile eliminare la fonte di rumore, il datore di lavoro è tenuto ad effettuare la valutazione del rischio per comprendere a quali rischi è realmente esposto il lavoratore ed in quale misura e deve essere ripetuta ogni 4 anni.

La valutazione del rischio rumore deve essere adattata alla situazione reale, con l’obiettivo di proteggere i lavoratori, pianificando gli interventi tecnici ed organizzativi di riduzione del rischio.